Pesto alla genovese con il bimby TM6

Finalmente, dopo poco più di un anno dalla sua uscita il bimby TM6 ha preso il posto del TM5.

E’ davvero un gioiellino, display di un tablet, sistema android con connessione wifi integrata, tantissime ricette collegandosi alla piattaforma cookidoo con possibilità di visionare anche ricette di tutto il mondo.

Ha tantissime funzioni: alta temperatura, cottura sottovuoto, fermentazione, cottura lenta, cuoci riso e in ultimo non meno importante è quella di addensare.

Approfondiremo meglio in un articolo a parte ogni funzione.

La prima ricetta che ho provato è stata, semplicemente, quella del pesto alla genovese che con mia grande sorpresa è rimasto di un bel verde vivo anche il giorno seguente conservandolo in frigo a differenza di quello preparato con tutti gli altri bimby.

Per prova ne ho fatto solo metà dose, la foto, comunque, non gli rende giustizia.

Print Recipe
Pesto alla genovese con il bimby TM6
Pesto alla genovese con il bimby TM6 buonissimo e di un bel verde vivo. Ne ho preparato solo metà dose, ma la ricetta, qui di seguito, è per 1 dose completa
Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!
Piatto Salsa
Cucina Italiana, Ligure
Tempo di preparazione 15 minuti
Porzioni
Gli Ingredienti
Piatto Salsa
Cucina Italiana, Ligure
Tempo di preparazione 15 minuti
Porzioni
Gli Ingredienti
Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!
Le Istruzioni
  1. Mettere nel boccale il Parmigiano, grattugiare: 15 sec./vel. 10.
  2. Riunire sul fondo con la spatola.
  3. Aggiungere i pinoli, a piacere lo spicchio di aglio, il basilico fresco, l'olio extravergine di oliva e il sale, frullare: 20 sec./vel. 7.
  4. Servire come condimento oppure conservare in frigorifero in un vasetto di vetro con tappo a vite.
  5. Se si preferisce una salsa più liquida, aggiungere 2 cucchiai di acqua di cottura della pasta e mescolare prima di servire.
Note

Si può conservare in frigorifero per massimo 10 giorni oppure è possibile conservare i barattoli in congelatore e consumarli entro un mese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *